Anna Lambertini
COLTIVARE SUOLI URBANI.
SUL PROGETTO CONTEMPORANEO DI GIARDINI, PAESAGGI, SPAZI APERTI

“Il vero giardiniere è un uomo che coltiva il terreno”, scriveva Karel Čapek nella sua divertente e colta raccolta di scritti dedicati ai lavori in giardino, pubblicata nel 1929. Materia prima essenziale alla base delle pratiche di giardinaggio e orticoltura, il terreno o, se si preferisce, il suolo, ossia lo “strato superiore della crosta terrestre”, è per tradizione disciplinare al centro del lavoro e dell’attenzione progettuale del paesaggista, qualunque sia la categoria d’intervento con cui viene chiamato a confrontarsi. Contaminati, impermeabilizzati, perforati, attraversati anche in profondità da reti infrastrutturali, i suoli urbani rappresentano in particolare, nella dimensione attuale, un campo fertile di ricerca, di innovazione e di sperimentazione per l’architettura del paesaggio e del giardino. Nuove specie di spazi aperti si propagano nelle città, invitando a coltivare nuove etiche ed estetiche dei paesaggi ordinari, a nutrire nuove interpretazioni di natura. E della metafora edenica.

Stagione
: Primavera 2024
Data: 9 maggio 2024

Write your awesome label here.
VUOI SAPERNE DI PIÙ SULL'ARGOMENTO?

Acquista ora tutti i BreVideo delle lezioni che si terranno durante la stagione Primavera 2024!

Appena saranno disponibili, troverai i video nella tua area personale.

dal DIZIONARIO di BREVISSIME

LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 

dai CONSIGLI LIBRARI

LOREM IPSUM DOLOR SIT AMET
consectetur adipiscing elit. Integer justo lectus, rutrum id pellentesque at, finibus at dui.


LOREM IPSUM DOLOR SIT AMET
consectetur adipiscing elit. Integer justo lectus, rutrum id pellentesque at, finibus at dui. 

RELATIVI

\Learnworlds\Codeneurons\Pages\ZoneRenderers\CourseCards