Laura Lombardi
IL FALSO FRA INGANNO E INTERPRETAZIONE

Fin dall’episodio del dio d’amore scolpito in gioventù da Michelangelo e venduto a Roma come oggetto di scavo, la pratica del falso ha segnato vari momenti della storia dell’arte, esprimendosi in modi diversi legati al gusto dell’epoca. Nel XIX secolo, ad esempio, abilissimi restauratori/artisti hanno saputo ingannare i più grandi esperti, rivaleggiando con l’arte dei maestri del Trecento e del Quattrocento, e nel 1922 Riccardo Nobili, anch’egli dedito alla falsificazione, ha scritto The gentle art of faking illustrando le virtù del fake nella sua modalità del “fare” e delineandone la capacità di rilettura e comprensione di secoli antichi, dei quali i falsi non fanno che compiere quel che oggi potremmo definire un re-enactment. Dal celebre falsario di Vermeer, Han van Meegeren, ai falsari delle teste di Modigliani e oltre, l’incontro analizza i significati che il ricorso alla falsificazione assume, a seconda dell’ambito e del momento storico in cui si manifesta.
Data: 29 settembre 2022
Stagione: Autunno 2022

dai CONSIGLI LIBRARI

Falsi e falsari (1960) 
Otto Kurz
Neri Pozza Editore, Venezia 1996

The Gentle Art of Fake. Arte, teorie e dibattiti sul falso 
A cura di Tommaso Casini, Laura Lombardi
Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2019

La poliedricità del falso. Arte, cultura e mistificazioni nel mondo contemporaneo
A cura di Monica Salvadori, Luca Zamparo
Carocci editore, Roma 2022

Storia di un quadro (1979)
Georges Perec
Skira Editore, Milano 2011

RELATIVI

\Learnworlds\Codeneurons\Pages\ZoneRenderers\CourseCards