Anna Anguissola
LA NATURA IN UNA STANZA.
PITTURE DI GIARDINO, GROTTE ARTIFICIALI E PAESAGGI ESOTICI NELLE CASE DI POMPEI

 L’antica città di Pompei è celebre non solo per le circostanze drammatiche della sua distruzione nel 79 d.C., ma anche per la ricchezza degli arredi scultorei e dei dipinti restituiti dalle sue case dal Settecento. Soprattutto nel I secolo d.C., la natura sembra aver occupato un ruolo centrale nell’immaginario pompeiano: non di rado, le pareti si aprivano su rigogliosi giardini dipinti, abitati da animali e personaggi del mito.
L’uso di pomice e conchiglie permetteva di ricreare l’ambientazione di una grotta, trasportando i misteri di una foresta nell’intimità della casa. In questo repertorio, spiccano i paesaggi ispirati all’esotismo dell’Egitto: il placido corso del Nilo si dipana tra piante palustri, ippopotami, coccodrilli ed esuberanti Pigmei, mitico popolo di quelle terre.
Qual era il posto della natura nelle case di Pompei?
In quale misura s’intrecciano realtà e fantasia in queste rappresentazioni? Quali informazioni forniscono a proposito della mentalità e delle ambizioni degli abitanti di una città romana durante il primo secolo dell’impero?

Stagione: Primavera 2024
Data: 4 aprile 2024
Durata: 52 minuti
Lingua: italiano

Write your awesome label here.
VUOI SAPERNE DI PIÙ SULL'ARGOMENTO?

Acquista ora tutti i BreVideo delle lezioni che si terranno durante la stagione Primavera 2024!

Appena saranno disponibili, troverai i video nella tua area personale.

dal DIZIONARIO di BREVISSIME

LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 
LOREM IPSUM 

dai CONSIGLI LIBRARI

Domesticating Empire: Egyptian Landscapes in Pompeian Gardens
Caitlín EilÍs Barret
Oxford University Press, Oxford 2019


Lo spazio negato. La pittura di paesaggio nella cultura artistica greca e romana
Eugenio La Rocca 
Mondadori Electa, Roma 2008

La villa di Livia. Le pareti ingannevoli
Salvatore Settis
Mondadori Electa, Roma 2002

Pompei. Società, immagini urbane e forme dell'abitare
Paul Zanker
Einaudi, Torino 1993

RELATIVI

\Learnworlds\Codeneurons\Pages\ZoneRenderers\CourseCards