Carlo Falciani
VANITAS

Il tema della vanitas è centrale alla volontà dell’arte di figurare il ruolo del tempo in rapporto alla vita terrena degli individui. Sono innumerevoli dall’antico fino al contemporaneo le opere dedicate alla figurazione dello scorrere impassibile del tempo, tuttavia la sua rappresentazione è ambivalente e complessa. E se da un lato la potenza distruttrice di Kronos che divora i figli è fin dalle origini del mito immagine della potenza distruttrice del tempo in rapporto alla vita degli uomini, la bellezza e i linguaggi dell’arte hanno offerto fin dal Rinascimento una barriera e una possibilità di superare tale furia. La raffigurazione dell’avvenenza terrena, delle fioriture, ma anche del suntuario splendore degli oggetti chiamati a confortare l’esistenza degli uomini, dialogano nelle nature morte barocche o in opere contemporanee, con la poesia e con l’arte stessa al fine di mitigare, rovesciare e vincere l’azione del tempo.
Data: 17 novembre 2022
Stagione: Autunno 2022

dai CONSIGLI LIBRARI

Frenologia della vanitas. Il teschio nelle arti visive
Alberto Zanchetta
Johan & Levi editore, Milano 2011

Vanitas
Testi di Mina Gregori, Alberto Veca e Lanfranco Ravelli
Catalogo della mostra (Bergamo, 2007) 
Credito Bergamasco, Bergamo 2007

Vanitas. Percorsi iconografici nell'arte genovese tra Cinquecento ed età Barocca
A cura di Laura Stagno
De Luca Editori d’Arte, Roma 2012

RELATIVI

\Learnworlds\Codeneurons\Pages\ZoneRenderers\CourseCards